STOP DOPING – CERTIFICAZIONE ETICA DEGLI ATLETI

invito_STOP_DOPING

Martina Franca 29.11.2013 – Sala Convegni Banca di Taranto

L’evento è l’avvio di un progetto di pratica etica (cioè trasparente, corretta e competente) nello svolgimento di qualsiasi disciplina sportiva; è, insomma, una proposta culturale che si propone di diffondere una coscienza sportiva che dica NO AL DOPING con un rovesciamento: non con la sanzione, che non tocca a noi ma alla giustizia sportiva (di cui sono componente nazionale nel CSI), ma con la prevenzione che poggia sull’etica, sulla scienza, sulla salute, educando attraverso lo sport.

Lo scopo che il Gruppo Ciclistico MARTINA FRANCA si propone con l’organizzazione di questo evento è quello di impegnarsi per garantire il rispetto della propria persona, degli altri e della natura nella pratica di allenamento e nella attività agonistica in ambito amatoriale, ispirandosi alla nuove norme emanate a giugno 2013 dalla Giunta Nazionale del CONI il’11 giugno 2013 attraverso un Documento tecnico attuativo del Codice Mondiale Antidoping (Codice WADA) e dei relativi Standard internazionali; norme che la Federazione Ciclistica Italiana ha immediatamente recepito e fatte proprie nel Consiglio federale del 28 giugno 2013 introducendo una vera e propria rivoluzione: infatti, dal 1° gennaio 2014, ogni amatore che vorrà tesserarsi dovrà produrre un certificato (“etico”, appunto) “che attesti l’assoluta estraneità, nella propria vita, da vicende legate al doping, sia dal punto di vista sportivo che penale e/o civile. Un’autodichiarazione che riguarderà non soltanto eventuali condanne, ma anche procedimenti e indagini. Si tratta, di fatto, dell’introduzione di un nuovo requisito per potersi tesserare quale amatore.”