Difendere dalla cultura del sospetto pure gli impresentabili. Compreso Bonafede

Non lasciate sfiduciare i ministri dai pm

Il più discusso dei magistrati, Nino De Matteo, accusa il peggiore dei ministri della Giustizia, Alfonso Bonafede, di non averlo nominato al dipartimento carcerario per un cedimento alle pressioni dei mafiosi. Di Matteo non ha nessuna prova di quel che dice, ma per lui basta il sospetto per denunciare e condannare. Anche Bonafede condivide questo pregiudizio giustizialista, ma questa volta che viene utilizzato contro di lui replica risentito. Sarebbe facile dire che ha quel che si merita, che è caduto nella trappola di una ideologia che ha tanto contribuito a propagare. E ‘ vero, ma neppure il peggiore dei giustizialisti può essere condannato, in questo caso politicamente, solo per un sospetto.
Di Matteo attacca Bonafede a Non è l'Arena: «Mi propose il Dap ...

Continua a leggere