Bossetti, ultimo atto: i ragionevolissimi dubbi di un processo super-mediatico

DOMANI LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE

Non ci sarà Corrado Carnevale a presiedere domani la prima sezione della Corte di cassazione che deciderà della vita e della morte di Massimo Bossetti. Ma c’è la speranza che ci siano magistrati che, formati alla scuola di Carnevale, sappiano discutere con meticolosità se davvero nei due processi di assise e assise d’appello nei confronti del muratore bergamasco condannato per un orribile delitto, l’uccisione di una ragazzina di 13 anni, Yara Gambirasio, siano state osservate tutte le regole e le garanzie di uno Stato di diritto.

Fonte: Il Dubbio – giovedì 11 ottobre 2018
Continua a leggere