Ministero del Lavoro: NO alle verifiche ispettive presso le ASD

La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro ha pubblicato la nota n. 4036 del 21 febbraio 2014, con la quale ha fornito alcune indicazioni operative circa le verifiche ispettive da effettuare presso società ed associazioni sportive dilettantistiche.

In particolare, il ministero evidenzia la necessità di concentrare la propria attività ispettiva sulle diverse realtà imprenditoriali evidentemente non riconosciute dal CONI, dalle Federazioni sportive nazionali o dagli enti di promozione sportiva e non iscritte nel Registro delle società e associazioni sportive dilettantistiche.

Continua a leggere

In attesa della riforma della giustizia civile ecco quella della Giustizia Sportiva: il parere di Guido Del Re, esperto di diritto sportivo

E’ un dato di fatto, peraltro riconosciuto da tutti (addetti ai lavori e non), che il nostro sistema processuale sia troppo farraginoso.

A più riprese, Michele Viettti, vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura – che tra l’altro è un avvocato – ha lamentato che gli attuali tre gradi di giudizio “sono un lusso che non possiamo più permetterci”.

Sulla stessa lunghezza d’onda dell’On.le Vietti si è sintonizzata la Giunta Nazionale del CONI che nel dicembre scorso, ha presentato la bozza del testo di modifica degli articoli 12, 12 bis e 12 ter dello Statuto relativi agli organi di giustizia del CONI. Tra le novità, appunto, la eliminazione di un organo di terzo grado di merito a favore di un giudice di legittimità.

giudice_sportivo4

Continua a leggere